06/06/2018

Il leasing immobiliare trova l’accelerata di inizio 2018

Il settore immobiliare non residenziale per il secondo anno consecutivo segna la crescita contemporanea di tutti e tre i comparti: +6,9% per i negozi, +6,5% per gli uffici, +7,6% per gli immobili industriali. È quanto emerge dal Rapporto OMI 2018, elaborato dall’Agenzia delle Entrate con il supporto di Assilea sui dati dello scorso anno. Corrono anche i connessi contratti di leasing, che nel primo quadrimestre 2018 crescono del +7,2% e dopo un triennio positivo per il solo segmento «da costruire» segna la ripresa anche per il «costruito», con un lusinghiero +9,8%. A trainare l’andamento del leasing sono stati gli immobili industriali, che rappresentano il 58,9% dello stipulato, con un taglio medio che supera gli 1,8 milioni di euro, seguiti dagli immobili commerciali, con il 23,7%. Il Rapporto ha esaminato la gestione degli immobili rivenienti da contratti di locazione finanziaria. La ricollocazione avviene per il 63,9% con vendita diretta, ma risulta in forte crescita la cessione ai fondi immobiliari, che raggiunge il 19,5%, mentre il 13,5% è destinato a un nuovo contratto di leasing.
Tornando al mercato, nel 2017 il valore di scambio per negozi, uffici e capannoni ha superato i 15,7 miliardi di euro – 6,8 riguardano gli immobili produttivi, 5,9 i negozi e poco più di 3 miliardi sono relativi agli uffici – in crescita rispetto all’anno precedente del 3,4%. Il trend positivo prosegue dal 2014, nonostante il risultato sia ancora lontano dai valori osservati nel 2008, quando sfiorava i 26 miliardi. Il mercato dei negozi cresce in tutte le aree del Paese – con le migliori performance in Centro Italia (+9,1%), ma la quotazione media nazionale, pari a 1.566 euro/m2, è in diminuzione del 2,1%. Tra le grandi città spiccano Torino (+22,2%), Napoli (+19,5%) e Milano (+16,6%). Anche il mercato degli uffici premia il Centro (+15,1%) e vede l’aumento più contenuto nel Nord Ovest (+2,8%). In questo caso la quotazione media di vendita, pari a 1.380 euro/m2, flette del 1,6%. Il mercato degli immobili industriali continua il trend positivo (+7,6%) – in progressione più lenta rispetto al 2016 – con un rialzo particolarmente significativo in Veneto (+27,5%), Piemonte (+16,8%) ed Emilia-Romagna (+12,5%).


Fonte: Il Sole 24 Ore
agenzia delle entrate - credito - congiuntura economica - immobiliare - leasing

Archivio